Letture dal piccolo formicaio: Mister Black (Camelozampa)

Quanto può essere difficile mantenere un segreto? Mister Black ne sa qualcosa. Ed è ancora più difficile se questo segreto devi nasconderlo vivendo su di una piccola isola e tu sei un vampiro dal nome tenebroso. Mister Black sa che deve proteggere il suo segreto (o forse lo avverte come un peccato?) con le unghie e i canini dagli sguardi curiosi e crudeli dei suoi vicini, streghe, fantasmi, mostri, insomma, creature non abituate ai compromessi. Cosa ci si aspetta da un vampiro? Eccolo che spunta nell’angolo della pagina con un grosso sacco sulle spalle, lo sguardo furtivo, il passo lesto. Corre verso la sua mostruosa dimora. Voltiamo pagina ed eccolo il suo terribile e indicibile segreto: pareti rosa fluo, pantofole e vestaglie morbidose, rigorosamente rosa. Mister Black sa di essere una contraddizione vivente ma non può fare a meno di circondarsi di rosa, in tutte le sue sfumature. La sua dieta è composta prevalentemente da marshmallow e gommose, nella sua libreria campeggiano opere classiche d’amore, dischi francesi, film dagli intrecci struggenti, trolls rosa shocking e teneri maialini.

Mentre fuori, avvolti dalle tenebre, gli scheletri si rincorrono tra le lapidi e le streghe armeggiano nei pentoloni, dentro, avvolto nella sua vestaglia, Mister Black, nella sua roccaforte rosa, è accoccolato nella sua poltrona rosa a leggere un romanzo. Impensabile invitare anima viva.

Perché si, anche su di un’isola infestata da fantasmi e mostri, serpeggia il pregiudizio, si punta l’indice, conta solo salvare le apparenze e soprattutto è più facile denigrare il prossimo piuttosto che comprenderlo e accettarlo semplicemente. Un vampiro che ama il rosa.

Il segreto di Mister Black verrà scoperto e lui sarà punito senza pietà; deciderà così di votarsi al cinismo e all’oscurità, proprio come tutti si aspettavano che faccia un vampiro.

Fino a quando un improvviso incendio alza il velo dell’ipocrisia che regna sull’isola svelando tutti i segreti dei suoi abitanti. Niente sarà più come prima.

“Mister Black” edito da Camelozampa, scritto ed illustrato da Catalina Gonzalez Vilar e Miguel Pang, tradotto da Sara Saorin, ci dà un’ottima occasione per riflettere, insieme ai nostri bimbi, sul peso dei giudizi e dei pregiudizi, sugli stereotipi da liberare e sulla fiducia in noi stessi da coltivare e difendere. Lo fa in modo incisivo, senza fronzoli o retorica. Poche parole scelte con cura e illustrazioni a tutta pagina che ci catapultano lì sull’isola e nella casa del protagonista.

E poi con Halloween alle porte potrebbe essere un’idea grandiosa decorare la casa mettendoci dentro un tocco di rosa shocking!

Grazie Camelozampa per questo dono!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...