“La Puglia racconta”: intervista all’illustratrice Adry De Martino

Inizia oggi, con mio grande piacere, una collaborazione tra questo piccolo formicaio e l’associazione culturale de La Puglia racconta, gruppo brulicante e speciale di illustratori e illustratrici pugliesi (e non). Chi segue il blog avrà avuto modo di conoscere questa bella e dinamica realtà, attraverso diversi post, come le interviste a Gabriella Carofiglio e a Daniela Giarratana o il post dedicato alla mostra collettiva in occasione dei dialokids di Trani.

Il formicaio ospiterà, una volta al mese, uno degli illustratori dell’associazione, attraverso un’intervista e una illustrazione esclusiva dedicata alle formichine e io sono felicissima di poter scoprire e condividere con voi tanti piccoli e preziosi tasselli creativi.

Per un inizio col botto, non potevo chiedere di meglio. La prima artista che vi presenterò oggi è una vera esplosione di creatività e colore.

Adry De Martino, classe ’88, illustratrice e designer, laureata all’Istituto Europeo di Design di Milano, apprendista tatuatrice, collaboratrice de il Corriere della sera per la newsletter di “futura corriere”. Artista sempre in pieno fermento, è “un volto di fiori e un sorriso incantevole” come le donne che ama illustrare, peculiarità della sua arte.

Non ho avuto la fortuna di conoscere e chiacchierare personalmente con lei, troppi km ci separano anche se le sue radici sono pugliesi (e lei le onora dignitosamente attraverso la sua arte), ma mi è bastato sbirciare sui suoi canali social per essere rapita dal suo sguardo ammaliante che riflette la vitalità, la grinta e il colore delle sue opere.

Adriana, biscegliese, vive da anni a Milano, disegna e crea, sulle tele, sulle vetrine, per strada, su t-shirt o borse, sulla pelle. Nel suo lavoro si respira amore, libertà, ironia, il blu del mare e i canti di sirene e balene, l’essere Donna.

 

Processed with VSCO with 6 preset
Adriana accanto ad uno dei suoi lavori realizzati su vetrina

 

Adriana, partiamo dalle tue origini pugliesi e dalla tua partecipazione come socia de “La Puglia racconta”. Nella tua arte quanto conta il legame con la tua terra?

Sicuramente l’essere nata e cresciuta con il mare a portata di mano influenza molti dei miei lavori. Oltre al mare, nelle mie illustrazioni non mancano mai fiori e piante , elementi fondamentali della Puglia. Chi non ha vissuto il mare e la campagna da bambino, difficilmente riesce a recuperare in fase adulta, quelle sensazioni uniche di scoperta e sapori, sporcandosi le mani di terra, sentendosi la pelle che tira per la salsedine, il sapore pungente delle nespole appena colte dall’albero o il gusto fresco dei ricci di mare da mangiare con la mollica del pane lì fra i ciottoli.
Ho un sacco di ricordi bellissimi legati a quei luoghi e spesso nei miei lavori, ne faccio uso probabilmente anche inconsapevolmente.

sailor .jpeg

Vivi e lavori a Milano da circa dieci anni. Come si è evoluto nel tempo il tuo percorso artistico?

Sono sbarcata a Milano nel 2007, subito dopo il liceo, perché pensavo che studiare e lavorare nel design di moda fosse il mio futuro. Mi sono evidentemente sbagliata, ma non rinnego mai le mie scelte, perché nel bene o nel male mi hanno portata qui, a fare finalmente tutto ciò che mi rende felice e che rende felice chi crede e sostiene i miei progetti.

 

Sei un’artista piena di inventiva e progetti. Quanto è importante oggi sapersi mettersi in gioco nel mondo dell’illustrazione?

Il mondo dell’illustrazione, come la maggior parte dei lavori da freelance è sicuramente un mondo in continua rincorsa. Ci sono alti e bassi, gioie e delusioni, c’è anche tanta competizione (a volte sana a volte no) e c’è sempre bisogno di stimoli, almeno per quel che mi riguarda.
Ho bisogno sempre di attaccarmi a nuove idee, a nuove ispirazioni e a nuovi progetti per sentirmi viva e in crescita, per questo cerco di buttarmi anche in cose sconosciute, sperando di uscirne soddisfatta, ma non sempre è cosi ma chissenefrega, ho aggiunto un tassello in più con qualcosa che non conoscevo.

STAMPA sicily.jpeg

 

Hai intrapreso, tra le tante cose, un percorso da apprendista tatuatrice. Raccontaci di questa fusione tra l’illustrazione e il mondo del tatuaggio.

Sin da piccola ho sentito verso il mondo del tatuaggio una forte attrazione. Non l’ho mai concepito come un deturparsi ma piuttosto un decorarsi. Non me ne frega molto delle mode del momento, si certo non possiamo negare che attualmente tanta gente si stia buttando nel mondo del tatuaggio, ma personalmente non mi preoccupa il fatto che siamo in tanti perché io ho le idee ben chiare su quello che voglio fare, ossia portare le mie illustrazioni sulla pelle. Niente di più , niente di meno. Non voglio adeguarmi alle tendenze, ne tantomeno ai classici stili del mondo del tatuaggio, io voglio introdurre uno stile tutto mio e chi vorrà aggiudicarsi un “tatuagginocoraggioso” sarà il benvenuto.

13998_1546157265599135_1060810842030649290_n

 

Le protagoniste assolute della tua arte sembrano essere le donne, il loro spirito libero, la loro autenticità. C’è in loro una disinvoltura e un’ironia che le rendono assolutamente femminili e adorabili, insostituibili. Qual è l’essenza delle donne che rappresenti?
Le mie donne, ma come in genere i miei personaggi, sono dei personaggi a libera interpretazione. Non si sa se siano tristi o siano felici, lascio che ognuno ne interpreti l’essenza. Molti mi chiedono il perché degli occhi chiusi e io rispondo sempre cosi, ossia che mi piace lasciare un po’ la libertà d’interpretazione. Sicuramente sono personaggi che hanno ironia , sono personaggi che grazie alle loro forme morbide o allungate, non hanno paura di essere diversi dai classici canoni che la vita c’impone.
I miei personaggi credo siano sempre accoglienti nei confronti di chi li guarda.

 

Hai una laurea in design di moda e il gusto, l’estro e la ricerca di un senso estetico Ë un tratto distinguibile nelle tue opere. Se Adry De martino fosse uno stile di moda, quale sarebbe?
Nonostante io abbia accantonato il ruolo di fashion designer , continuo ad attingere da una caratteristica fondamentale della moda, ossia la continua evoluzione ma anche la ciclicità. Pertanto non saprei definirmi in uno stile ben preciso, posso dire che sicuramente i capi che indossano i miei personaggi non sono mai noiosi.

La tua arte è anche colma di spirito comunitario. Fai parte di una coloratissima e divertente gang.. raccontaci!
La Gang del Gessetto è nata recentemente e per caso. Siamo un gruppo di illustratori e occasionalmente ci diamo un appuntamento per strada e ci divertiamo a disegnare principalmente per terra con i gessi senza avere un tema in particolare, partiamo tutti insieme e ci allarghiamo a macchia d’olio.

Da cosa e da chi ti lasci ispirare nel tuo lavoro?
Sicuramente il guardare cosa fanno i grandi di questo mestiere, ma anche chi sta nel campo da più tempo, è una fonte d’ispirazione. Ispirarsi non significa sentirsi autorizzati a copiare spudoratamente, perché poi si perde di credibilità e la gente se ne accorge prima o poi.
Io non mi vergogno a chiedere pareri e confronti a chi ne sa più di me, perché credo che se ti poni con educazione, rispetto e voglia d’imparare, nessuno dovrebbe negarti un consiglio. A mia volta, anche io spesso vengo contattata da colleghi e da ragazzi che si affacciano a questo mondo e in totale leggerezza cerco sempre di poter contribuire con quello che so.

IMG_0165.jpeg

Domanda di rito: quali sono i progetti in corso e quali quelli futuri che puoi svelarci?
Visto il successo dell’estate scorsa, a breve riproporrò la mia collezione di t-shirt e shopper tutte illustrate.
Parteciperò ad alcuni eventi nell’area market fra Milano e la Puglia. Ciclicamente continuo ad accogliere con piacere le vostre richieste per lavori su commissione, che stanno riscuotendo sempre più successo, mentre per quanto riguarda il mondo dei tatuaggi, sono alla ricerca di uno studio dove poter tatuare quando sono in Puglia, ma se non volete attendere troppo e vi va di spostarvi un po’ , io sono pronta per tatuarvi tutti nello studio che mi ospita qui a Milano (LE CAVEAU TATTOO)

Se volete seguire Adriana e tutto ciò che di bello crea la trovate sulla pagina fb Adry De Martino illustratattoer e sulla pagina Ig Adry_ De_ Martino

E questa è l’illustrazione che Adriana ha dedicato al formicaio! Sono proprio io 😀

IMG_0266

Annunci

2 Comments

  1. Pingback: LA PUGLIA RACCONTA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...