Cose belle · Dal piccolo formicaio · Letture

Letture dal piccolo formicaio: “I cinque Malfatti” di Beatrice Alemagna

20138252_10213381384719208_782735752_o

I cinque Malfatti” di Beatrice Alemagna, edito da Topipittori, è un vero capolavoro. L’incipit è uno di quelli indimenticabili: “Erano cinque. Cinque cosi malfatti”. Ora, ricordo bene mio nonno quando per esprimere un giudizio positivo nei confronti di una persona usava l’espressione “bella fatt” e il giudizio racchiudeva non solo l’aspetto estetico ma anche caratteriale e morale. Io, come potrete banalmente immaginare, ai suoi occhi di nonno ero un esempio di persona bella fatt. Con tutti i pezzi in ordine, integri, sistemati al posto giusto e nella direzione esatta. Ah! Caro nonno, se sapessi quante volte mi sono sentita e mi sento una malfatta! Credo sia una sensazione che accompagni chiunque sia pronto a mettersi in discussione, a chi ha molti interrogativi e non sempre le idee chiare su tutto, a chi cerca di guardare al di là del proprio naso, a chi scopre  i propri limiti e riesce a comprendere ,infine, che a volte basta semplicemente accettarli e renderli unici. Beatrice Alemagna sorvola con brillante leggerezza ed estrema umanità il tema della diversità e dell’accettazione di se stessi. Innanzitutto i cinque malfatti sono cinque amici che se la spassano in una vecchia casa tutta sbilenca e pericolante. Fin da subito siamo ospiti in questa allegra e strampalata casa colorata e ad uno ad uno ci vengono presentati in tutta la loro sorprendente imperfezione. Ce n’è per tutti i gusti: quello bucato, quello piegato, il molle, il capovolto e quello completamente sbagliato. Tutti però molto allegramente disinvolti. In un giorno qualunque giunge come un “deus ex machina” un tipo straordinario. Ovviamente ha tutto al posto giusto, è liscio, dritto, integro e sfoggia anche una gran bella capigliatura. Insomma, il classico “bellfatt”. Il tipo non perde tempo e interroga dall’alto della sua perfezione i cinque amici sul tipo di vita da loro condotto. La loro risposta è memorabile:”boh, niente. Sbagliamo tutto.” ( e nel frattempo il bucato innaffia il divano). Risposta inaccettabile. Non si può continuare a vivere senza un progetto utile, è impensabile, risponde il perfetto con aria disgustata. Saranno pure fatti male ma poi ognuno di loro rivela un dettaglio di sé assolutamente unico e prezioso. C’è chi si lascia attraversare dai sentimenti negativi senza trattenerli dentro, (ché si sa il rancore e la rabbia consumano e lacerano), chi conosce l’importanza della memoria e la custodisce o chi ha deciso di osservare il mondo da un’altra prospettiva. Il perfetto deus ex machina non risolve nulla anzi resta a bocca aperta come uno stupido, da solo. I cinque amici non hanno bisogno di lui,si piacciono così.

20368919_10211998089921869_4444116735949660764_o

“I cinque malfatti” è un viaggio alla scoperta della propria identità, della consapevolezza dei propri limiti e al superamento di essi. Alemagna e i cinque amici si fanno beffe della bellezza stereotipata, omologata e noiosa. È un inno alla bellezza libera, naturale e spontanea. Così diversa, così meravigliosamente unica.

Questo finora è in assoluto il libro preferito di Formichina. Il suo “malpatto” preferito è il capovolto e ogni volta che lo leggiamo lei si diverte a scorgere nuove stranezze che ai suoi occhi liberi di bimba appaiono semplicemente come modi differenti per giocare e divertirsi. È un albo illustrato che non può mancare in una libreria e credo anche tra i banchi di scuola.

20287054_10211998088681838_26174393520238613_o

A presto amici del formicaio! Qui trovate il link diretto al post del primo appuntamento della rubrica “Letture dal piccolo formicaio”: L’onda di Suzy Lee.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...